A Milano, l’ospedale più verde del mondo

Lascia un commento
Architettura, Sostenibilità, Urbanistica

L’architetto Stefano Boeri lascia ancora Milano a bocca aperta. Lo scorso luglio è stato approvato in via definitiva il progetto per la costruzione dell’ospedale Maggiore, la cui inaugurazione è prevista per il 2022. Salvo rallentamenti burocratici e cambi in corso d’opera, ormai all’ordine del giorno per le imprese italiane, tra quattro anni il capoluogo lombardo potrà vantare quella che – a oggi – è una delle poche strutture ospedaliere a godere di un tetto giardino, il Giardino Alto. L’autore del celeberrimo Bosco Verticale ha rinnovato la sua vocazione verso la sostenibilità e la natura, presentando un progetto in cui l’intera superficie di copertura è costituita da un rigoglioso giardino pensile, il cui scopo non sarà solo terapeutico ma anche mirato alla riqualificazione urbana e a fornire una stazione del corridoio ecologico che percorre la città di Milano.

Il progetto e le ambizioni
Il nuovo ospedale Maggiore sarà costituito da due blocchi principali, uniti da uno più piccolo centrale, arrivando ad ampliare di circa 22mila metri quadrati l’attuale polo ospedaliero. Tra i padiglioni preesistenti, alcuni originari del XV secolo, all’interno del perimetro stesso del centro medico, nascerà un edificio avveniristico, che comprenderà 900 posti letto e 21 sale operatorie, e una galleria pedonale con servizi e attività commerciali.
Il progetto del Nuovo Policlinico, esito di un concorso pubblico vinto dall’Associazione Temporanea d’Imprese (ATI) guidata da Techint S.p.A. e composta da Boeri Studio, Camillo Botticini, Giulia De Appolonia, C+S Associati, Labics, Trt Srl, Btc Srl, Land Srl, poserà la prima pietra alla fine del 2018 e ridisegnerà i reparti ospedalieri e i percorsi pedonali sulla base delle moderne esigenze dei cittadini e dell’ambiente. L’intervento infatti integrerà il polo medico e quello materno infantile, strutturando lo spazio centrale di interconnessione tra i padiglioni con una piazza coperta adibita a negozi e da un’area espositiva dedicata a mostre d’arte temporanee, convegni e iniziative pubbliche.

Un ospedale dal tetto verde.
Per il tetto dell’ospedale lo studio Boeri si è sbizzarrito: sull’esempio della High Line di New York, ampio quanto il Duomo di Milano, il giardino pensile ospiterà i percorsi di riabilitazione per i pazienti e diverse aree relax per gli adulti e i bambini. Laboratori di orticoltura per i pazienti oncologici e di pet therapy, lezioni di yoga e fitness per anziani e donne in gravidanza si distribuiranno lungo tutta la superficie, coinvolgendo anche la cittadinanza, che potrà raggiungere questi spazi per mezzo di un ascensore che attraversa, senza fermarsi, i reparti ospedalieri. “Il Giardino Alto – ha affermato Stefano Boeri – costituisce una novità nel panorama internazionale delle strutture sanitarie. Seimila metri quadrati di verde, spazi di gioco, sosta e contemplazione confermano quanto il verde e gli alberi siano coadiuvanti nelle terapie e nella qualità della degenza ospedaliera.”

Alla cura del Giardino parteciperanno anche altre istituzioni pubbliche, come la Biblioteca Sormani, il Museo dei Bambini, l’Umanitaria, il Conservatorio di Milano e l’Università degli Studi, sottolineando così l’importanza della cooperazione tra gli enti pubblici e rievocando l’importanza del vasto patrimonio del Ospedale, frutto delle numerose donazioni di opere d’arte, libri e terreni agricoli donati alla struttura a partire dal 1456, anno della sua fondazione, per volere del primo duca di Milano, Francesco Sforza. Nel Giardino Alto lo studio di architettura ha riportato le teorie urbanistiche del Bosco Verticale aumentando la superficie verde della città e agendo sulle preesistenze del costruito, affermando così definitivamente la propensione milanese per la riqualificazione urbana sostenibile.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...