La Cattedrale di Rouen secondo Claude Monet: storia di un meraviglioso studio

Lascia un commento
LaCastagna

La sottile linea d'ombra

Claude-Monet-cattedrale-fbCosa spinge un pittore a realizzare circa trenta riproduzioni quasi identiche (colori a parte) dello stesso soggetto, ed in particolare della facciata della cattedrale di Rouen?

A volte capita di considerare gli artisti come degli infallibili maestri che sfornano un capolavoro dietro l’altro, ma quello che a me interessa è anche indagare sulla loro ricerca, sugli studi compiuti per arrivare alle opere maggiori che tutti adoriamo.

Questo vale anche per Claude Monet, che nel corso della sua carriera incontra particolari scorci che lo colpiscono e che incuriosiscono a tal punto da diventare i soggetti privilegiati di opere ripetute e rivisitate, in pratica le cavie per i suoi esperimenti sulla luce. È questo il caso delle ninfee, dei covoni di fieno e della facciata della Cattedrale di Rouen, il mio esempio preferito (sarà per la mia natura da architetto?).

Qui di seguito inizio a riproporne una, in tutto il suo splendore, insieme ad…

View original post 466 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...