Il metabolismo urbano

1 commento
Sostenibilità, Urbanistica

Nel 2010 gli abitanti delle città hanno superato quelli della campagna. Nel 2050 il 67.2 per cento della popolazione mondiale vivrà in città sempre più in espansione. Dalla biologia una soluzione per programmare la crescita sostenibile delle nostre città.

Nel 2050 6.25 miliardi di individui vivranno in aree urbanizzate estese per 117 milioni di ettari di suolo mondiale, 3.8 volte l’interna superficie dell’Italia. Affrontare il fenomeno dell’espansione urbana come una crescita naturale è il punto di partenza con cui intervenire per ridurre l’impatto delle città sul territorio. Le scienze naturali sono di grande aiuto per capire le dinamiche con cui la città si espande e per controllarne l’evoluzione.

Il Professore Geoffrey West spiega come il metabolismo dei mammiferi si sia evoluto risparmiando energia, infatti la crescita degli apparati non è uguale a quella della dimensione del corpo ma il 25 per cento più piccola. Dalla cellula agli ecosistemi, per milioni di unità, la vita segue una dinamica universale possibile solo grazie a un sistema di reti: l’economia di scala. I sistemi biologici dei mammiferi sono complessi e diversificati dal punto di vista evolutivo, sebbene la relazione tra il consumo metabolico e la massa sia complessivamente molto simile. A dimostrazione di questo, il grafico con le informazioni per tutti i mammiferi mostra l’ allineamento dei punti lungo una medesima retta dall’inclinazione non lineare, ovvero minore di 1. In caso di linearità a un raddoppio della dimensione di un organismo sarebbe stato necessario un consumo doppio di energia, l’inclinazione di tre quarti della retta dimostra invece che il fabbisogno di un corpo per raggiungere il doppio della sua massa è pari al 75 per cento dell’energia richiesta. Con questa proporzione la natura esprime la più sorprendente economia di scala.

La città è un organismo vivente, un corpo alimentato dal sistema di reti delle attività umane. I ricercatori del Santa Fe Insitute (New Mexico) dimostrano l’esistenza di una legge di scala anche all’interno della città. In un contesto di pianificazione urbana sostenibile a un sistema di maggiori dimensioni può corrisponde un consumo minore energia pro-capite. In natura i coralli crescono dove esistono già delle ramificazioni, gli alberi dispongono il maggior numero foglie su un numero contenuto di rami e nei mammiferi la crescita porta a un rallentamento del metabolismo, lo stesso meccanismo di risparmio si sviluppa nelle città. Città grandi o città più grandi rispetto a loro stesse rallentano il loro metabolismo, ovvero il consumo, durante la crescita. La lunghezza delle strade, delle reti infrastrutturali e delle comunicazioni crescono meno velocemente della città, esattamente come l’apparato circolatorio in un organismo.

Affrontare i problemi della città intervenendo sull’economia di scala e sulla resilienza , ovvero sulla capacità di ristabilire un equilibrio del sistema dopo una crisi, è alla base dello sviluppo urbano. L’obiettivo di questo approccio è considerare la città un organismo vivente, il cui tessuto può espandersi senza minacciare la biodiversità e garantendo lo sviluppo sostenibile del pianeta.

©tropposnello/Flickr

 

Advertisements

One thought on “Il metabolismo urbano”

  1. Sì guarda per me siamo sempre in troppi, e in troppi troppo idioti, tutti, che c’è anche bisogno di fomentare e pubblicizzare la fertilizzazione selvaggia perchè forse non ce ne basta già così, ma sì popoliamo a piu non posso un mondo GIA INVIVIBILE, cerchiamo di non rischiare mai di dare un respiro di tregua alla terra alla natura, sfruttiamo tutto e tutti finché ce n’è e SOPRATTUTTO sfruttiamo quello che NON c’è che poi sistema tutto la guerra. E siamo bravi si.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...