7 motivi per costruire una casa di paglia e poi andarci a vivere

4 commenti
Architettura

Quasi la metà delle emissioni di gas serra nell’atmosfera sono dovute alle pratiche edilizie e ai consumi energetici degli edifici. Per contenere l’impatto ambientale è sempre più necessario trovare tecniche costruttive che siano sostenibili. L’uso di materiali naturali e l’attivazione di procedure edilizie a basse emissioni di CO2 e spreco delle risorse sono fondamentali per rendere la pratica edilizia più sostenibile per il pianeta. La casa di paglia, con tutti i suoi vantaggi e svantaggi, è l’esempio più calzante di architettura sostenibile.

Risparmiare con la paglia.  La casa di paglia è economicamente sostenibile. Il costo di costruzione e di gestione di un edificio in balle di paglia è molto più basso rispetto a un edificio tradizionale. Il vantaggio economico si nota nel tempo, risparmiando quasi il 75 per cento dei costi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti. Nel caso poi che l’edificio venga progettato secondo i principi di bioclimatica è persino possibile portare a zero le spese eliminando gli impianti.

L’integrazione e l’identità. Il dramma dell’edilizia moderna sono gli spazi residuali delle città. I “non luoghi” sono posti in cui i cittadini non si identificano, sono isolati anche se vivono in quartieri popolosi. In molti casi la costruzione delle case di paglia ha costituito uno stimolo alla cooperazione e all’integrazione nel quartiere. Questo perché, a esclusione delle fondazioni e della struttura portante che in Italia devono essere certificate da una azienda specializzata, la semplicità del montaggio non necessita di alcuna preparazione.

L’ambiente. La costruzione di case di paglia è sostenibile per l’ambiente perché la materia prima è naturale e reperibile senza comportare lunghi trasporti, anzi il reperimento potrebbe persino essere a chilometro zero. Inoltre, una volta recuperate le balle di paglia compressa la costruzione delle case è molto veloce e il materiale riciclabile una volta dismesso. I vantaggi ambientali non si limitano a questi.

Le balle di paglia costituiscono un ottimo isolamento termico. La trasmittanza termica, ovvero la capacità di scambiare calore, di queste pareti è tre volte migliore di quelle tradizionali, garantendo sempre un’abitazione di classe A.

Il comfort. La casa di paglia è confortevole perché lo spessore delle balle (45 centimetri) funziona da isolamento acustico e permette la traspirazione naturale delle pareti, senza formare condense o muffe.

Una casa a prova di allergie. La casa di paglia non sviluppa allergie, diversamente dal fieno. Il materiale non viene trattato nella fase di imballaggio e non emette sostanze nocive o allergeni, l’intonaco a base di argilla che ricopre le pareti è comunque un’ulteriore garanzia.

La resistenza al fuoco. La casa di paglia protegge dal fuoco. La paglia compressa nelle balle contiene una bassissima percentuale di ossigeno. I test tedeschi, su balle non intonacate, hanno dimostrato una resistenza R90 al fuoco (90 minuti di resistenza alla fiamma) delle balle, maggiore rispetto ai materiali da costruzione convenzionali.

La sicurezza contro i terremoti. La casa di paglia ha un’ottima resistenza sismica, lo afferma il laboratorio del Network for Earthquake Engineering Simulation dell’Università del Nevada. Secondo la normativa antisismica italiana, ogni edificio deve prevedere una struttura portante, la casa di paglia ne ha una in legno. Contro l’azione del sisma la casa costruita con le balle si comporta esattamente come gli altri edifici, con il vantaggio che la leggerezza del materiale sviluppa una minore accelerazione.

I benefici della casa di paglia sono davvero tantissimi, eppure anche questi edifici hanno qualche svantaggio. L’uso della paglia non permette grandi elaborazioni planimetriche, rimane infatti con un sviluppo molto semplice e la struttura in legno impone la costruzione di edifici bassi difficilmente adattabili a un contesto urbano.

Questo sistema costruttivo è perciò utilissimo lì dove la struttura sociale non prevede lo sviluppo in verticale degli edifici o in un ambito rurale, in entrambi i casi gli esempi sono moltissimi.

La casa di paglia è ecologica e sostenibile,  sicura sotto tutti i punti di vista e indubbiamente economica. Purtroppo però non vedremo mai un grattacielo, un aeroporto o uno stadio fatto di paglia, almeno fintanto che lo sviluppo di questa tecnologia non trovi delle soluzioni più affini allo stile di vita della città.

Annunci

4 thoughts on “7 motivi per costruire una casa di paglia e poi andarci a vivere”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...